Tra poco a Torino, con “Pazza Idea. Femminile Plurale” e il libro di cui non potrete più fare a meno!

postato in: libri, NEWS, pazza idea 18 | 0

Potere al corpo, ma soprattutto alla consapevolezza e alla libertà! Partendo- o ripartendo- dalle meraviglie della vagina. Sì, proprio lei. Che magari non conosciamo ancora benissimo, che un pochino trascuriamo o semplicemente depiliamo troppo o male, una parte essenziale del nostro benessere e della nostra salute di cui spesso ignoriamo le potenzialità. E anche un formidabile strumento di “empowerment” femminile, che non fa mai male!

Un libro utile, divertente, con un approccio sereno e “laico” alla sessualità e al corpo che abitiamo, perchè le donne – ma anche gli uomini!- imparino a conoscerne le infinite potenzialità . Con tranquillità e divertendosi, anche!

E sì, anche quest’anno voliamo a Torino, al Salone Internazionale del Libro, per il Superfestival, la “casa” che racchiude i festival letterari e culturali italiani e cha un suo programma dedicato negli spazi del Lingotto (cominciate a leggerlo qui). Come festival partner, organizziamo un evento speciale che già oggi è stato indicato dal Venerdì di Repubblica fra quelli “da non perdere”: la presentazione de Il libro della vagina – Meraviglie e misteri del sesso femminile, di Nina Brochmann ed Ellen Støkken Dahl.

Le due giovani autrici norvegesi raccontano tutto quello che c’è da sapere sull’apparato genitale delle donne: anatomia, mestruazioni, orgasmo, contraccezione, prevenzione delle malattie, consenso, pornografia vs. sesso… Forti della loro esperienza sul campo come educatrici, si sono infatti rese conto che le conoscenze in materia sono ancora lacunose, e che importanti tabù continuano a condizionare negativamente la vita sessuale dei giovani e dei meno giovani.

Esiste l’orgasmo vaginale? E il punto G? L’integrità dell’imene è davvero una prova della verginità? La pillola, a lungo andare, inibisce la libido? Ci si può liberare dal dolore mestruale? L’intima struttura degli organi genitali maschili e femminili è davvero tanto diversa? Con entusiasmo militante, ma anche con una buona dose di humour, le due autrici norvegesi rispondono in modo esaustivo agli innumerevoli interrogativi che l’argomento solleva. Ne risulta una guida amichevole, tempestiva, scientificamente aggiornata e indispensabile per aiutare le donne a fare scelte consapevoli.

«Un testo molto interessante, che offre a chi legge informazioni corrette, scritte in modo accessibile e anche divertente, contribuendo a diffondere un approccio alla sessualità sereno, non inquinato da pregiudizi e sensi di colpa. L’obiettivo delle due giovani autrici si può veramente condensare in poche parole, dense di significato: “nutrire la speranza che le donne siano fiere di essere donne”». AIED – Associazione Italiana per l’Educazione Demografica

«È davvero sorprendente come le due autrici sappiano divulgare in modo semplice argomenti scientifici complessi». Norwegian Medical Association Journal

«Non avrei mai creduto di poter imparare ancora qualcosa di nuovo sulla vagina a sessant’anni». Paola Tavella

«Due intrepide studentesse di medicina si sono date un obiettivo di interesse pubblico: scrivere un libro per parlare, alla luce del sole, del sesso femminile, senza imbarazzi o falsi miti. Un libro da far leggere a tutti, giovani e meno giovani, femmine e maschi, perché si approprino del proprio corpo con consapevolezza e fiducia». Telerama

«Una guida al sesso femminile affilata e senza tabù. Un testo liberatorio». Elle France

Nina Brochmann (1987) e Ellen Støkken Dahl (1990) studiano medicina all’Università di Oslo. Esperte di educazione sessuale, svolgono attività di insegnamento e assistenza medica, rivolta soprattutto ai giovani e alle minoranze etniche. Nel 2015 hanno lanciato Underlivet (La zona genitale), un blog sulla salute e la sessualità che è divenuto uno dei blog più letti in Norvegia. Il libro della vagina è in uscita in 33 Paesi.

Salone Internazionale del Libro di Torino
Incontro di presentazione venerdì 11 maggio ore 12.00 Sala Azzurra – In dialogo con Antonio Pascale
In collaborazione con il festival Pazza Idea. Femminile Plurale